martedì 4 agosto 2015

Un anno senza blog...

...ed oggi per caso ho realizzato essere passato esattamente un anno dal mio ultimo post.
E che questi dodici mesi passati senza passare di qua, sono stati trecentosessantacinque giorni intensi, carichi di meraviglia e scoperta - scelte, crescite.

C'é chi ha compiuto 8 anni, chi 5, chi 35, e chi 41. Cresciamo. Invecchiamo. Sono la stessa cosa alla fine dei conti.

Ma.
C'é una grandiosa novitá!
Aspettiamo.
Aspettiamo il nostro terzo bebé. A giorni.
In realtá questa volta pare sará una cucciola. Che si chiamerá E.


Image > Google Images

E. scalcia come una puledrina impazzita nel mio ventre, e ci fa affiorare sorrisi e sospiri carichi di attesa. Che proprio non vediamo l'ora di conoscerla.
La immaginiamo forte e coraggiosa, ansiosa di conoscerci e di entrare fisicamente a far parte della nostra famiglia - nuovo paio di occhi in cui perdersi,
nuovo profumo in cui annegare,
nuova voce da imprimersi nel cuore.

E non voglio tediarvi con la nostalgia di questa mia ultima gravidanza, dolcissima e tondissima attesa.


Non sono mancate tristezze infinite. E lacrime. Nostalgie per quel che non c'é piú. Ma il Cielo é grande, e le stelle rassicuranti, la Terra continua a girare, il sole a sorgere e il vento a soffiare tra i rami degli alberi e nei nostri capelli.

Image > Google Images
Cosí oggi scrivo sul blog. E per la prima volta sono orfana.
Sí, ho perso anche mio padre.
Meno di due mesi fa. Perso. Come se lo avessi in tasca e mi fosse caduto. In realtá é sempre qui con me. Ora forse piú di prima. Ma quando lo sogno, il nostro rapporto é esattamente come lo era nella realtá, un pó arrabbiato, un pó una lotta.
Ci scontriamo come facevamo prima che stesse male. E anche se avevamo un rapporto non idilliaco, nei miei sogni é proprio lí che torno.
Forse perché in realtá non conosco altro modo per interagire con lui.
E' andata cosí.
Poteva andare peggio. Sono riuscita a volare a casa per essere con lui, nella casa in cui sono nata, insieme a tutte le mie sorelle, mio fratello, per dirgli addio per sempre.
E questo ha significato tanto.

E rieccomi. Qui.
In attesa dell'Agosto piú bello e tumultuoso della Vita.

lunedì 4 agosto 2014

Domani Andiamo A Italia, mamma!

I: Mamma, ghgh, quando staremo in Italia, io tutte le mattine usciró nel nostro balcone e grideró - cioé, ma non grideró veramente: Sííííí!! Siamo in Italiaaaaaa!!! Perchè tu M non lo sai, ma è quella la nostra vveeera casa. Noi avevamo una casa, prima, e poi abbiamo questa. È vero sai?

M: ahhh sí, io lo so!! Pelchè long long time ago elano tle giolni pè andale a Italia. Poi uno giolno se n'è andato, quindi elano due giolni, e two plus one does three!! Quindiiii un altlo giolno è passato, che ela ieli, quindi oggi è just one giolno pè andale a Italia. Domani, mamma, domani andiamo a Italia!!!

Metto su il caffè, ripasso mentalmente le valigie cercando di non modificarne piú il contenuto. E cerco di evitare il pensiero del virus Ebola all'aeroporto di Gatwick, che spero non mi tenga sveglia - di nuovo - stanotte.

Intanto Buon Agosto.

venerdì 21 marzo 2014

Beautifully British Birthday Garden-Party

Buona primavera a tutti!

21 Marzo, la Primavera comincia oggi, questo almeno ufficialmente.

Perchè la realtá è un'altra - oh yeah - e qui la Primavera si sta dando da fare da almeno tre settimane! Data la, per noi, unicità di tale evento, quest'anno abbiamo deciso di festeggiare il compleanno del nostro primogenito, semplicemente, in giardino.
Il che è totalmente inaspettato, visto che gli scorsi 6 compleanni sono stati catalogati come 'compleanni invernali'. Da ora in poi, invece, ci terremo aperta l'opzione 'compleanno primaverile' (ok, il prossimo anno nevicherá..)

Vi lascio con qualche foto ;-)

La quiete prima della tempesta...

Due aquiloni pronti a volare...

Il sole, invitato #1

La cesta dei cappelli..

Angolo bolle....

Auguri piccolo Vampiro! (Un po' troppo calato nella parte eh!)

Garden-party, archiviare sotto la voce 'prime volte belle' :-) 

sabato 15 marzo 2014

sette anni. ebbene sí



Sette anni di te.
Sette anni di 'essere genitori'. Sette anni di essere Famiglia.
Sette anni biddissimi, di cui rivivrei ogni singolo giorno. E tu?
Tu non ci pensi neppure, ai nostri primi sette anni insieme, cosí proteso in avanti, al futuro, come sei.

Sette anni. E chi se ne rende conto? Sette anni lunghi, lunghi un attimo e una vita.
Tu cresci, noi invecchiamo. Sei giá grande, ma infinitamente cucciolo. Hai una dolcezza che disarma, e a volte ti corazzi di un'armatura che mi spaventa e a cui non mi sento pronta.

Auguri Amore Nostro!