lunedì 18 novembre 2013

La Coffee Lady e le stagioni della Vita

L'Autunno al Bishop Park - 17/11/2013
La Coffee Lady è più o meno il ruolo che ho ricoperto nell'ultimo mese, durante i Coffee Morning organizzati dall'associazione scolastica di cui sono parte.
In cosa consiste il ruolo è presto detto, ed in realtà implicito nel nome stesso: offro e preparo caffè e thè, per i genitori che sono intervenuti all'evento, in cambio dei loro contatti (numero di telefono e indirizzo e-mail) che la Scuola non può divulgare, ma che ci servono come non mai, specie in fase di preparazione-organizzazione di una Christmas Fair.

Ora, se all'inizio, come al mio solito, sono nervosa -> silenziosa -> timorosa, e non so bene che fare e come approcciare la gente, ecco che al quarto coffee morning sono lì che preparo con mani esperte un caffè-zucchero-latte per una mamma, mentre saluto e intrattengo un'altra mamma, e con l'unica mano libera sto scrivendo i dati di un'altra mamma ancora.



La realtà è che a me non piace quando sono da qualche parte e c'è qualcuno che mi vuole coinvolgere in qualcosa, richiedendomi appunto i miei dati, e capisco che mi stanno offrendo un caffè per distrarmi, mentre gli còmputo il mio cognome per riempire per benino il modulo. Così ora ho capito che non è bello neppure stare dall'altro lato della faccenda. Sì, ho trentaquattro anni, e non smetto mai di imparare. :-P

Cambiando argomento, questa mattina mi sono tuffata nella strada autunnale che abbiamo la fortuna di abitare qui a Londra, e mentre mi dirigevo alla mia zumba settimanale, già pregustando la carica che quest'oretta di ginnastica danzante riesce a infondermi, mi sono soffermata a pensare alle stagioni annuali, così tanto simili alle stagioni della Vita di un essere umano, insomma è una similitudine non nuova. Così ho pensato un pò alla suddivisione matematica degli anni di una persona, e sono arrivata alla conclusione che:
da 0 a 20 anni, si è in Primavera; da 21 a 40 anni, è Estate; da 41 al 60 anni, c'è l'Autunno; e da 61 in poi è Inverno.

Ogni stagione ha la sua bellezza, e se la Primavera ha la bellezza acerba della gioventù, l'Estate ha la ricchezza dei frutti che nascono quasi senza sforzo; se l'Autunno ha il fascino di chi ha avuto una fantastica primavera-estate alle spalle, e può godere dei propri frutti meditati e ricchi anch'essi di gioia, il bianco Inverno col suo fare meditabondo, forse un pò nostalgico, è tutto sommato felice, specialmente se al di là del proprio naso, vi scorge la Primavera dei propri nipoti.


5 commenti:

alessia ha detto...

ah è cosììì?
e io che pensavo di potermi godere ancora qualche anno d'estate :-(

PS ti vedo bene come.. panterona coffee lady :-D

Anonimo ha detto...

Così è cominciato il mio autunno? :-(
Ahi ahi ahi!!!
Your barbasister

Carpina ha detto...

ohh come on ladies!! è ovvio che la suddivisione matematica è approssimativa, e conta molto di più quel che ci si sente dentro! Io per esempio mi sento già autunnale, ma da tempo!! :-P

do-sweet-do ha detto...

Si, ma non ci sono più le stagioni di una volta....adesso arrivano con molto ritardo. Qui per esempio è autunno da un paio di settimane.... ;-)

Veronica. Mentre dormono. ha detto...

Che bella parte di Londra hai la fortuna di abitare: pensa che l'autunno e l'inverno sono le mie stagioni preferite lassù.
Comunque brava: preparare caffè e intrattenere in una seconda lingua gente con la quale non si ha confidenza non è poi così banale.