martedì 27 marzo 2012

La primavera alle finestre

Succede che un giorno scopro esattamente il significato dell'espressione 'alberi in fiore'.
E che me lo imprima nel cuore, prima, e negli occhi, poi.

Scopro che la primavera che bussa alle nostre finestre e fa fiorire ogni ramo, e ogni cespuglio, regala una luce e un calore, che quasi dimentichi, dopo un inverno. Sarà che rifioriamo anche noi, noi che vorremmo tanto andarcene in letargo nei 'lunghi e sconfinati inverni, dolenti e gelidi'.

Succede che però la primavera porta una certa sonnolenza e indolenza.
E un mal di teeeesta, che la metà basterebbe.
Sarà che sono stata dal dentista, e stare quasi un'ora con la bocca wide open, e una specie di ombrello di plastica che ti copre la bocca (per evitare che cadano nella cavità orale, medicine e strumenti), ti fa indolenzire, oltre che sentire ridicola.
Sarà che abbiamo finalmente l'ADSL e praticamente tutta la giornata il pc è acceso e qualsiasi cosa mi venga in mente di leggere, ricercare, o scrivere, ecco che la faccio. Mentre prima tutto era ritagliato nell'ora di sonno del piccino. E, come gli internet-addicted sapranno, una cosa tira l'altra, e di link in link ti ritrovi a leggere per ore alcuni blog che hai scoperto da poco, e che davvero ti aprono mondi diversi. E capisci perchè timidamente decidesti di aprire un blog. E perchè ancora ci scrivi, ogni tanto.

Succede che I. torna da scuola e continua a parlare in inglese.. e la cosa mi lusinga e impaurisce insieme. Succede che quando I. è a casa, M. lo vuole tutto per sè, quindi tutto ok se guardano un cartoon, ma se I. costruisce un puzzle o un lego, o vuole colorare bene, ecco che arriva M. che rompe i pezzi appena costruiti e ai pianti di I. risponde con un ghigno inquietante.
So che hanno età, esigenze, interessi e capacità diverse: come fare per farli giocare INSIEME?

Ecco, ora si rincorrono e tutto va bene. Poi I. finge di tagliare i capelli a M. (e M. fa il rumore della macchinetta o del phon o delle forbici) - Poi I. gli dice di guardarsi allo specchio (che non c'è) e M. finge di specchiarsi.. Ok alle volte giocano (e bene) insieme, ma come fare per prolungare questo circolo virtuoso, e non incappare nel ciclo 'gioco-urlo-pianto-vendetta-urlo-pianto-vendetta'??

Succede che sono a dieta da tre settimane. E quasi quotidianamente ormai, faccio sgarri. Ok la festa di I., ma ogni giorno (specie se compero baguette fresche e profumate, o sesame snaps croccanti) che mi dico 'vabè stasera niente pane' 'ok, domani niente questo o quello'. Ma poi bò. Il fatto è che la sensazione di leggerezza dei primi giorni, è andata via, e ora mi sembra di essere bloccata, e che di più non posso perdere e quindi perchè perdere tempo?
Poi oggi in uno slancio casalingo ho lavato il bagno, e mentre aspettavo si asciugasse il pavimento, mi sono pesata sulla bilancia che intanto avevo spostato nel corridoio: avevo 5 chili in più. giu-ro.
Vabè, non ci ho creduto neppure un attimo, ma il fatto è che la visione mi ha fatto un pò senso.
L'ho capito quasi subito: la bilancia meccanica, sulla moquette, non è AFFATTO affidabile. Infatti in bagno (=su pavimento di marmo) mi dava il mio solito classico numero. Che pare insormontabile. Sembra non riesca ad andarci un pò più giù.. vabè.

La dieta mi ha riportato una nuova dipendenza: quella da rucola.. ohmygod! la aggiungo all'insalata, e ok, sulla bresaola o sul crudo, e ok.. oggi l'ho messa (cruda) sulle orecchiette alla crudaiola.. ohmygoodness!! 

Che poi, quando una è a dieta, certe cose non le dovrebbe neppure guardare! E mi riferisco a post e foto dettagliate di una cara food blogger che seguo e ammiro.. oh! biscotti al cioccolato?!?! proprio ora???? :-) Ovviamente è una lamentela affettuosa, e Sabrine lo sa ;-)

 Well, vado a mettere in tavola la cena.. stasera pesce zucchine e patate anche per me, e pasta e piselli per gli uomini di casa, da quello alto meno di un metro, a quello alto più di me..
E, ovviamente, baguette 100% french flour...

4 commenti:

do-sweet-do ha detto...

Ciao Carpi, che piacere rileggerti! L'altro giorno stavo attraversando via Bari all'altezza di via IVnovembre, mi giro un attimo (ero alla guida) e mi accorgo che tutti gli alberi sono carichi di gemme lilla e poi non ricordo se lo stesso giorno, ho visto mandorli in fiore stupendi che rimangono da sempre i miei preferiti insieme a quelli di pesco (li starei ricamando anche su una tenda a punto croce ma è meglio non parlarne dato che quest'anno ricorre il decennale dall'inizio dell'opera...eee l'Italia del resto è il paese dei cantieri perennemente aperti!) Un grosso bacio a tutti;-)

smilemamysmile ha detto...

dai Pina, non demordere con la dieta,i risultati si vedono fra un po'...e mi raccomando stai bene, non ti intristire se sgarri, goditi la baguette senza sensi di colpa!!

ifruttirossi ha detto...

sì, la primavera ti entra dentro e ti stravolge.
Qui succede pure che è cambiata l'ora e così a stanchezza si aggiunge stanchezza...però è così bello, perfino in città.
Belli i tuoi bambini che giocano insieme, anche i miei spesso lo fanno e sono proprio buffi e ti chiedi che è il più piccino...

Carpina ha detto...

@do-sweet-do sì lo so.. la primavera è bella anche lì.. però qui, davvero, ti riempie, forse perchè è proprio una città VERDE, londra.. al contrario della nostra grigia e asfaltata altamura...

@smilemamysmile eh sì, tu puoi testimoniare che ancora non mi si vedono ARGH! :-) grazie per il supporto!!

@ifruttirossi anche qui è cambiata l'ora!! e la stanchezza si fa sentire... :-)