martedì 29 gennaio 2008

Altamura

Sono nata ad Altamura.
Sono nata a casa e nel lettone dei miei genitori.
Non sono così vecchia, gli ospedali esistevano già, ho solo ventotto anni, e mia madre aveva già partorito in ospedale, ma comunque c'erano ancora in giro le 'levatrici' (ostestriche a domicilio). Non so se il parto fu qualcosa di improvviso, per cui non ci fu tempo per andare in ospedale, oppure fu una scelta deliberata, non ho mai chiesto a mia madre, e oggi non posso esaudire questa mia curiosità (mia madre non c'è più da tempo).
Ad Altamura ci sono anche cresciuta.
Ci ho giocato molto, nelle sue strade, con le altre ragazzette come me, sotto casa. Ci ho giocato nei suoi parchi in periferia.
Ci ho giocato con la sua neve.
Ho passeggiato le sue strade, col naso allinsù, per spiare Dio che mi guardava da sopra le nuvole, insieme a tutti gli angeli della corte celeste.
E poi da adolescente, la camminavo in lungo e in largo.

Da piccola adoravo Altamura. La Leonessa di Puglia. Wow.
Ho una sorella trapiantata a Rimini per amore, da quando io avevo 6 anni, e ricordo che nonostante mi stuzzicasse l'idea del mare a pochi passi, ero terrorizzata dalla lontananza di Altamura; così come, ero terrorizzata dallo stare lontano dalla mia numerosa famiglia in cui comunque non c'era di che annoiarsi, nonostante gli inevitabili screzi.
Insomma confondevo Altamura e la mia famiglia.

Perchè questa presentazione romantica su Altamura?
Per dire che ho le carte in regola per amarla, e, quindi, anche per per detestarla.
'Sta Leonessa di Puglia. Che di leonino ha solo la superbia.

Altamura è una piccola città.
Ma anche no. E' un grande paese. Sì, un paesone.
Che ha tutti i contro dell'essere paese, e tutti i contro del non essere città.
Insomma sta messa male, non ha alcun pro.
E' cresciuta, anzi stra crescendo tanto. E male.
Ha un viluppo di strade a doppio senso, che dovrebbero essere a senso unico (d'accordo, ultimamente stanno trasformando i sensi delle strade, ma non è che una goccia nel mare).

Nelle nuove zone, già abitate da anni, mancano i servizi principali - come posta, raccolta rifiuti, scuole, asili, e persino strade asfaltate. Non contiamo i bus, dài. Se vai ad abitare un pò fuori, devi prenderti la macchina, mio caro, lo sai no? Che poi funziona che: prendi la macchina, arrivi in centro, ma non sai dove parcheggiarla! Le cose van così.

Ha (Altamura) dei cittadini con un senso civico, di gran lunga inferiore a quello delle formiche (sentivo in tv che le formiche, pur dovendo affrontare un traffico molto più intricato del nostro, non si scontrano mai tra di loro, e vantano una organizzazione perfetta, che noi uomini vorremmo imitare. Le formiche. Forse dovremmo ambire al titolo di 'La formica di Puglia'.)
Ha un numero di automobili vertiginoso.
Ha un numero di parcheggi autorizzati ridicolo.
E allora che si fa?
Si parcheggia OVUNQUE.
- Sulle strisce pedonali.
- Davanti agli scivoli per i disabili (cosa che ho notato moooolto di più quando ho iniziato ad andare in giro col passeggino del mio cucciolo, e ho dovuto scontrarmi con la dura realtà: Altamura fa veramente schifo. Giuro, l'ho odiata.).
- Davanti ai garadge provvisti di Divieto di Sosta e Passo Carrabile puntualmente pagato al Comune.
- In doppia e (perchè no?) tripla fila.
E dovunque ci sia un divieto, ecco, proprio lì.. quello per gli altamurani è il parcheggio ideale.

E poi Altamura vanta un numero di macchinoni (termine per indicare le macchine di grossa cilindrata, tipo Suv) davvero impressionante.
E la cosa più impressionante è il vederle sfrecciare nelle nostre stradine piccole, ma proprio piccole, che speri si vadano a sfreggiare la fiancata lucente.
Anzi no, la cosa più impressionante è la scia di puzzo che si lasciano dietro, una volta che passano, perchè va da sè che sono tutte macchine Diesel.
Il Diesel va di moda, parecchio.
Noi abbiamo di recente acquistato una Meriva, come ho già accennato, e di buono c'è che ha la doppia alimentazione, benzina e GPL.
Non sarà puro come il Metano, il GPL, ma inquina meno della benzina, e del diesel!
Non vi posso dire tutti i pregiudizi con cui ci siamo dovuti scontrare!! Non abbiamo trovato neppure UNA persona daccordo con la nostra scelta: TUTTI avrebbero optato per il Diesel, chè oggi fanno motori molto più potenti, e più puliti, quasi come quelli a benzina.. Pulita la benzina? Ma quando mai??
Il GPL non è altro che un materiale di scarto del petrolio, ottenuto dalla trasformazione del petrolio in benzina, quindi, comunque sia, diretto discendente dell'oro nero.. Ma comunque è un rifiuto, da cui è possibile ancora attingere energia, quindi in un certo senso, noi ricicliamo.

Continuiamo, perchè no..
Uno dei vizi più diffusi tra i guidatori altamurani è, in pieno traffico (a scorrimento lentissimo), il fermarsi a chiacchierare con un amico, un conoscente, una persona qualsiasi, fermando la scia lunghissima di automobili con motore acceso, dietro di sè. Una volta poi ho visto una tipa che dalla macchina stava guardando la vetrina di un noto negozio di moda (Branà), fermando una scia di macchine che non aveva fine.
Fantastico. La puzza nell'aria (aria??) fa venire il voltastomaco. Ma tutto è fantastico. Specie quel completo di Missoni là in vetrina. Evvabbè.
Per non parlare poi del mancato uso delle frecce direzionali. Frecce direchè??
Sconosciute, proprio sconosciute.

E ancora: princìpio di precedenza.
Qui ad Altamura, non vige il princìpio di precedenza a destra, come insegnano i manuali. No. Troppo semplice.
Qui ha precedenza il più furbo. Il più pronto. Il più lesto. Chi ce l'ha più grosso.
In macchina diventiamo tutti automobilisti, non c'è distinzione di sesso/età/provenienza.
Siamo omologati. Tutti uguali: degli esseri a parte. Viventi, non si sa. Asessuati, di certo.
E chi la precedenza la dà (giuro, accade anche quando viene da sinistra, quindi la DEVE dare), si sente un tonto, un fallito.

Di buono c'è che, se impari a guidare ad Altamura, poi puoi guidare ovunque, sei preparato a tutto, non hai di che preoccuparti.
Solo che.. mi sa che devi rivederti il manuale di scuola guida, perchè fuori Altamura, i cartelli hanno un significato preciso, e che tu forse ignori, ma... che vuoi? Non puoi mica avere tutto!

3 commenti:

carlurita ha detto...

Come darti torto!
Ogni giorno alle 13:00(quando allo stomaco degli automobilisti sta venendo una crisi isterica) se mi fermo per guardare se ci sono delle macchine che sfrecciano sulla strada principale su cui mi devo immettere(Via Bari) quelli dietro di me si arrabbiano!Parte un concerto che manco i Metallica fanno tutto quel casino! Pensano che sono una stupida perchè non mi faccio ammazzare dal primo che, andando (ovviamente) troppo veloce, non si fermerà mai per farmi passare(in realtà non si fermerebbe neanche se andasse piano... anzi accelererebbe apposta per non farmi passare) Per non parlare del rapporto col semaforo: se ti fermi con l' arancione sei un deficiente, se 1 seondo prima che scatti il verde non hai già ingranato la prima.... Allora sei veramente fregato! Ti superano a costo di perdere il quadruplo del tempo, ti guardano male e ti tirano un' accelerata che tutto il gas inalato ti sembra il riassunto di 10 sigarette insieme!Incivili!

GRINGA ha detto...

MINKIA DEVO DIRE CHE MI RISPECCHIO MOLTO IN QUESTO POST VERAMENTE...HAI DETTO DELLE COSE VERISSIME COSE CHE FANNO PARTE ANKE DELLA MIA VITA E CHE NOI ALTAMURANI SIAMO ABITUATI A VEDERE...
UN BACIO
GRINGA

Carpina ha detto...

@ Gringa, grazie per il tuo commento.. in effetti non ho inventato nulla, basta solo guardarsi intorno..